Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Reading in carcere

Immagine
Johnny Cash, come si sa, andava a fare concerti in carcere. 
Stanotte ho sognato che Bolano portava dei brani di 2666 in carcere. E li leggeva. C'era anche Fante, mangiato dal diabete, assieme a Bukowski che pigliava applausi da tutte le parti. 
Ce n'erano altri, bravi e meno bravi, una bella serata. 
Di scrittori italiani mi sa che s'è affacciato solo uno colla faccia da marsigliese. L'hanno benvoluto subito...  








Un racconto sulla globalizzazione and the other poems

Immagine
Inauguro con questo scritto una serie di apologhi o novelline morali; questo racconto medesimo qui, di seguito presentato alla cortese e mondiale attenzione, chiude nel suo pugno tutto l'intento tutto l'impegno di fumista che ho per convincere sulla bontà della globalizzazione. Globalizzate no?...  


Spero non dispiacerà al lettore questo mio carattere azzurrino e beffatorio... sono un cazzone... mi sfotto me ché è la cosa più divertente...




Tale Lele, amico mio, ne parlo e lo ricordo manco fossimo fratelli di latte, Lele era di una bellezza eufemisticamente poco ricordevole. Delle donne del rione lo dicevano senza nessun pavento "stu frico è nu schif" (che non è propriamente il pass per i valichi delle montagne o non so io...). 
La testa soprattutto, con un ciuffo nero irto e spinoso che sbuffava di centro come un spillo, sembrava una gloriosa cipolla, attorno i capelli unticci aderivano perfettamente alla forma ideale dell'ortaggio (oltraggio) suddetto: diciamo che …

Quattro chiacchiere su Gilles Deleuze e il '68

Immagine
In questo filmato sopra - che consiglio di guardare - Gilles Deleuze esprime importanti concetti sulla società, la politica e la storia della filosofia. 
Mi fa strano però che trattando dei moti rivoluzionari del '68 non espliciti la centralità del fenomeno economico come propulsore (o uno dei grandi motori) dello slargamento dei diritti. 
In una società economicamente statica, autarchica, priva di investimenti consistenti, sprovvista di industrie, con un'economia agricola e vicina alla cosidetta "sussistenza", senza un avviato sviluppo economico statale (dal piano Marshall), senza la creazione di un mercato globalizzato, democratico e liberale, chi avrebbe dovuto finanziare le ribellioni sessantottine? A chi conveniva emancipare gli uomini, se parimenti questa emancipazione non si fosse tradotta anche (o soprattutto?) in libertà di acquisto, e appagamento dei desideri? 

La questione fondamentale è quanto i diritti lievitano a contatto coi beni, se non sia l'otteni…

A Lucio Dalla non lo lasciano in pace, tanto ora che è morto non si può difendere.

Immagine
Lucia Annunziata ha, nella sua trasmissione sulla Rai In 1/2 ora,  fatto outing a Lucio Dalla, in occasione dei suoi funerali, a Bologna, e si è domandata se la Chiesa avrebbe tributato tanto onore al cantante bolognese anche se questi avesse dichiarato ufficialmente la sua omosessualità, invece essendo Dalla un omosessuale non dichiarato, eccetera eccetera.  All'incursionista Annunziata, vorrei far notare, dubbio per dubbio, che Lucio Dalla era cattolico e prima ancora era ed è una delle anime grandi della canzone leggera italiana... sinceramente non credo che la Diocesi di Bologna, sua città natale, lo avrebbe ostricizzato, o epurato, dall'avere un funerale cattolico in pompa magna, tanto più che era presente all'omelia ed è altresì intervenuto il suo compagno Marco Alemanno. 
Ma allo stesso tempo questi dubbi hanno fatto da tracciante per innescare polemiche nient'affatto giustificabili o legittime.
Si è unito al teatrino e alla pista aperta ad ariete dalla Annunziata,…

Il vecchio è solo

Immagine
Bobo Rondelli dall'album Disperati Intellettuali Ubriaconi.

dal vivo che è meglio, essendo che iss è meglio vivo che incis:

Giuseppe Montesano parla di L-F Céline meglio di tutti i tromboni filo-célinari o tromboni anti-filo-célinari, è una conferenza lunga me ne rendo acconto ma ne v alghe la pena, almeno secondo me, Montesano ragiona coi fiocchi orale e scritto

Immagine
Montesà, ma chi cazzo ci crede che ti piace Saviano?



I no-Tac a Roma

Immagine
Giro immediatamente ai gentili spettatori il report di Pablo favoloso cronista, addetto alla sezione mobile locale romana: 


sì Dinamo, nelle scorse ore ci è stata una massiccia manifestazione nella capitale, gli insorti si fanno chiamare, senza alcun contrasto,   no-Tac ... si tratta di gente all'antica, sui settanta-ottant'anni, che si fida esclusivamente delle mani del proprio medico curante. 
Da quello che sappiamo, non ci sono feriti ragguardevoli, purtuttavia, purtuttaquantavia (c'è da essere ligi e cronisti) ci sono stati degli schiattamenti, ossia morti terminali: è infatti scoppiato per strada, forse perché maneggiato impudentemente a mo' di fumogeno, un delirante raggio x durante il corteo fino ad allora di per sé pacifico... l'esplosione del raggio x (assolutamente fuori luogo) ha causato la morte sul colpo di due stetoscopi americani di anni ottantasette e ottantotto (unisex, coniugati in Kansas nel secondo dopoguerra); grave, ma salassabile, un misurator…

Una lettura dei Promessi Sposi (L. Sciascia)

Immagine

La visibilità letteraria e il narcotraffico di idee narrative

Immagine
Preembolo:
primo post di marzo, non nascondo un procellosa emozione fluttuarmi in tra le ossa, tenia tene conto.  


Svagamento:
leggo molto, come sapete, almeno dieci litri di libri al giorno, venti quando sono in vacanza, come oggi, o in villeggiatura al sole come in questo periodo di svago e relaz. Leggendo leggendo, leggendo leggendo, uno scava, e scavati oggi che ti scavo domani, scopri, scopri una mareggiata di tetti: che viene fuori? un'osservazione pertinace: si plagiano tra di loro, come i ricci, mi riferisco a quelli che scrivano i libri. Ma plagerie di brutto. A pisciarella. Sapete chi ci rimette? I troppo minori. Uno come Landolfi, per esempio, che scriveva per mettiamo mille persone in tutto, ci rimette tutta l'impresa. Lo spellano, lo lasciano in mutande, manco la fiche del riscatto... ai suoi danni ho contato finora un centinaio di scopiazzature di blando stile, tanta influenza sui colleghi (e febbri equine) ma la cosa più astuta che ho scoperto è questa: cinque-sei …