Una storia d'amore se è una storia d'amore è una storia d'amore a distanza


Di Marta e Carlo so poco ma quel poco che so lo voglio dire per iscritto, di modo che se un giorno lo vorrò, riprendendo queste pagine, potrei dire toh che bella storia d’amore è questa tra Marta e Carlo.
Io di mestiere faccio il professore delle scuole medie inferiori, e la storia d’amore che sto per raccontarvi in verità l’ho letta da qualche minuto sopra il temino di un mio alunno che dice d’esser figlio di Marta e Carlo. Avrei tante di quelle prove da questo tema che potrei inviargli l’assistente sociale a Marta e Carlo. Scherzo, non lo farei mai. Sono un uomo fine.
La storia avviene nella città Bologna. Ma è a prima dell’inizio della storia che dobbiamo guardare per capire qualcosa. Marta era una giovane studentessa calabrese che studiava all’università di Roma. Carlo invece era di un paese minuscolo della Liguria e studiava a Bologna. Nasce non so dove non so come tra i due un amore a distanza ai tempi dell’università. L’amore dura a distanza per dieci anni (sembro Maria de Filippi quando racconta le storie a C’è posta per te) entrambi ci mettono una vita a laurearsi, Carlo nemmeno si laurea ma trova un impiego x a Bologna, Marta nel frattempo sale ancora di più sullo stivale, lontana dalla Calabria, si sistema con Carlo a Bologna, prendono casa assieme. Convivono, si sposano.

Mi accorgo che è il mio alunno a dare uno stile defilippesco alla storia e me lo sta attaccando pure a me.
I due si accorgono che è bellissimo stare assieme. Dopo avere sofferto amorevolmente per dieci anni ora alla fine come lieto fine stanno insieme tutto il giorno. Tutto va benissimo, e continua ad andare benissimo. Finché a uno dei due, forse a lei, forse a lui, gli viene in mente che forse il motore della loro storia era il distanziamento. Che quella morte nel cuore quando uno doveva ripartire dalla stazione Termini, o lei doveva lasciare la stazione centrale di Bologna, quella morte nel cuore era una vita nel cuore: era più amore dell’amore.
Che bello.
Allora i due prendonsi una di quelle abitudini assurde che nessuno prenderebbe senza psicofarmaci o senza assumere droghe. Prendono la decisione che la domenica, al termine della solita passeggiata loro due soli, figli a casa o a spasso pure i figli (compreso lo scavezzacollo dell’alunno mio), loro due vanno alla stazione centrale al centro di Bologna a guardare i treni passare, le coppiette scoppiarsi, gli eroi nomadi chiedere l’elemosina, i passeggeri aspettare davanti al tabellone sull’ingresso… e con quell’atmosfera così italiana che c’è la domenica pomeriggio in autunno e in inverno alla stazione centrale di Bologna iniziano a dirsi delle frasi tipo “quand’è che ci rivediamo?” “quand’è che vieni a trovarmi?”, poi lui guarda gli orari come gli altri, e la mette sul primo treno per Roma caput mundi. Si baciano abbracciano stringono amano piangono. L’ultima volta lui le ha detto che non potrà andare a Roma prima di due mesi, ha troppo lavoro. Nemmeno lei può risalire prima di due tre mesi. Mi chiami tanto? Ti chiamo tantissimo. Escono lacrime copiosissime dagli occhi scuri.
Lei sale sul treno e cerca posto. Lui guarda disfatto sul marciapiede l’amata cercare posto. Delle volte Marta porta con sé un trolley. Si fa aiutare da un ragazzotto a sistemare la valigina nel ripiano bagagliaio e colla mano intima al marito che la guarda supplichevole da fuori di andare via che così gli è peggio per tutt’e due. Lui va via (fa parte del gioco no?) e lei esce alla chetichella da un’altra uscita del treno, senza dare eccessivamente nell’occhio, tipo dice che ha sbagliato carrozza. Lui torna a casa. Lei pure, ma dopo mezzora rispetto a lui, facendo due strade completamente diverse. A casa fanno finta di niente, ma sono pieni di coccole, attenzioni, piccolezze. Lui col fazzoletto zuppo nei pantaloni.
E la vita riprende bellissima come i tempi che si andavano a trovare all'università.
I figli sanno di queste pantomime ridicole, ma sono contenti per i genitori. Ma da quando il padre è diventato un po’ cardiopatico forse devono iniziare a diradare le sceneggiate. Il mio alunno prevede tempesta per la coppia. Vedremo, scrive, le farò sapere professò.
Non è una storia bellissima?





Commenti

  1. non fate quella faccia, vi avevo avvertito che avrei cominciato a pubblicare solo racconti rosa shocking e le figurine panini. lettori avvisati....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Juan Walter Zeñigas15 novembre 2012 01:57

      Uccidere la Storia. Porre fine [88] alla fine. Se Karl Marx ha inteso un senso al suo cammino intellettuale, era nient’altro che questo. Un cammino che partiva da Hegel, certo – ma per scappare il più lontano possibile. Lasciare lì morto il padre crudele che l’ha cresciuto a cinghiate di metafisica, e mai più tornare sul luogo del delitto.

      Ma sul luogo del delitto si torna continuamente. E la cosa peggiore è che quando sulla scena arrivano i testimoni, nessuno crede alla confessione, mista di orrore e fierezza. – Si, l’ho ucciso io! – Ma no, si calmi, lei è sotto shock, non ricorda, ha fatto il possibile, ma ora è troppo tardi: Hegel è morto. – Certo che si, l’ho ucciso io! – Suvvia, se ne vada, lei intralcia le indagini. Questo è un lavoro da professionisti. E pensano: dovevano fare fuori anche lei. – Guardate almeno, le mie mani lorde del suo sangue, e guardate come l’ho rovesciato, con la testa in giù. – La testa in giù? E loro tranquillamente: ma certo, per la circolazione. Un uomo rovesciato resta pur sempre lo stesso uomo. Lo stesso uomo, si; però morto.

      Alcuni furono così commossi dalla vicenda che dedicarono la vita a dimostrare l’innocenza di Karl Marx, e l’amorevole cura con la quale aveva accudito il padre morente, tenendo viva la fiamma della dialettica hegeliana. Presero il nome di marxisti. Marx aveva scritto il Capitale pensando a loro: aveva scritto un tomo bello grosso, così che fosse doloroso da ricevere sui denti. Ma era davvero troppo grosso, e si faceva fatica ad armeggiarlo. Sicché i marxisti restarono integri, fecero la rivoluzione, e aspettarono con fiducia la fine della Storia – la fine che avrebbe “ridotto al nulla ogni principato, ogni potestà e ogni potenza”, come da lettera ai Corinzi. Marx aveva fondato scientificamente il cristianesimo paolino! Oggettivamente dimostrato il mito del progresso! La fiamma della dialettica hegeliana era in buone mani.

      Uccidere la Storia. Porre fine alla fine. Se questo era il senso, Marx ha fallito. La sua critica radicale si è risolta in una correzione: via Dio, entri la base materiale; via la Provvidenza, entri una teleologia determinista; via la Dialettica, entri la lotta di classe. E ancora, di male in peggio: via Adamo ed Eva, ed ecco l’uomo prima del Capitale; via la seconda Venuta, ed ecco la Rivoluzione. Via Marx, lunga vita al marxismo! Cambiano gli attori, ma lo spettacolo è lo stesso: secolarizzato al gusto fin de siècle, una mistica positivista per il secolo a venire. E questo spettacolo ha un nome: filosofia della Storia.

      Marx aveva fallito: la fine era sopravvissuta. E la Storia avrebbe vissuto l’ultimo suo periodo di fulgore. Un secolo nel quale titaniche congetture sull’avvenire avrebbero guidato la condotta delle masse. Ma se la fine era sopravvissuta, era malgrado Marx.



      (1. continua)

      Elimina
    2. No entiendo q es lo q esta mal formulado. Para mi esta perfecto. Habla de vuelta a River, y NO al futbol argentino. Saludos.
      Pongan mas atenciom para la proxima, antes de criticar colegas.
      Saludos

      Virginia Olivares

      Elimina
    3. Per chi fosse interessato, le motivazioni della sentenza del TNAS su Conte (in particolare da pag. 8)

      Voor degenen die geïnteresseerd zijn, de motivering van het vonnis van de TNAS van Conte (met name pagina 8)

      http://www.coni.it/images/Conte.pdf

      Elimina
    4. le cose come stanno, una volta per tutte.
      Dunque. Se Conte si faceva iniettare di tutto e non collegava il suo rendimento migliore con questa pratica arrivando a negare di fronte alla giustizia o è un perfetto idiota oppure per me e moralmente riprovevole.
      Se Conte in qualita di allenatore ha vice, giocatori etc etc che frequenta giornakmente e che combinano risultati fraudolenti e non se ne accorge (o fa finta) o è un idiota o è moralmemte riprovevole.
      Se Conte manda un sms di solidarieta a un condannato (e per altro tuttaltro che un angioletto) , stesso uomo che lo aveva contestato violentissimamente pochi mesi prima o è un idiota o è moralmente riprovevole.
      Questi tre fatti fanno emergere due possibili definizioni :idiota o moralmemte riprovevole.
      L’idiota lo scarto ( è al piu uomo di scarsissima cultura, come dimostrano i suoi interventi e atteggiamenti che non sto qui a elencare, d’altronde credo che se l’unico semilibro che ha letto sia il manuale del televisore non bisogna fargliene una colpa, via da casa presto, frequentazioni probabilmente modeste etc etc) perche semplicemente non ritengo Conte un idiota.
      Resta il moralmente riprovevole, che confermo.

      Elimina
  2. Ma è bellissimo questo racconto. C'è un po' Un amore di Buzzati, un po' L'uomo che guardava passare i treni di Simenon, un po' il surreale-sardonico-sentimentale di certo Piero Chiara. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.: e comunque a volte è capitato pure a me di fare di questi giochetti con i miei amori. :-D
      Del tipo che, facciamo che non ci conosciamo e non sappiamo nulla dell'altro. Il bello è che se ti impegni a recitare diventa veramente divertente e forse si scoprono, come al teatro, parti di sé che non sospetteresti mai.
      In fondo "far finta di" non è quello che facevamo sempre da bambini?

      Elimina
  3. L'uomo che guardava passare i treni l'ho letto. Gli altri no. Ti scandalizzi se ti dico che Buzzati lo conosco solo di nome e per aver letto alcuni articoli? Piero Chiara mi sa che me lo vuoi far proprio leggere:))

    Oggi pare che a far finta ci si rimette... vogliono tutti le emozioni veri... mbò forse sarò all'àntica ma a me mi sono sempre piaciuti quelli che fanno per finta (ma veramente)...

    grazie Biancaneve, ma non fatemi troppi complimenti sennò tiro fuori un racconto rosa strappalacrime la prossima seduta al pc...

    RispondiElimina
  4. Ma il bello del far per finta è che comunque le emozioni provate sono non meno autentiche di quelle che provi quando fai per davvero.
    Certo, bisogna averci attitudine a recitare bene, bisogna entrare nella parte insomma. :-D

    Ma come non hai letto Buzzati? Eccerto che mi scandalizzo, te possino! :-D (ma del resto quanti non ne ho letti io di autori che ti sento sempre nominare? Quindi siamo pari, suvvia).

    Idem per Piero Chiara, ribadisco che ti piacerebbe assai, soprattutto ora che sta venendo fuori questa tua vena rosa strappalacrime. ;-)

    RispondiElimina
  5. Certo che se BN cominciasse a scoprirsi se ne vederebbero delle belle.

    Nell'attesa, mi crogiuolerò alla idea di una figurinapanini.
    Stickers o cards?

    iosoio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fratello anonimello di dinamo seligneri13 novembre 2012 17:56

      Biancaneve, non dar retta a questa squadra di falsari che infestano il mio povero blog dalle sue origini. Sono simpatici ma hanno il gusto dell'impertinenza. Sii superiore! Spogliati! Scherzo. Mi faccio contagiare anche io dalle loro bischerate.
      Mi scuso per loro a nome mio e del mio caro fratello con cui s'è andati a quella cosa che sai perché lui non si può stare zitto.
      Comunque, iosoio non è un cazzo di nessuno.
      Saluti

      Elimina
    2. Tanto tanto tanto
      Tanto

      Magari tu sarebbi un sollevatore di pesi bulgaro, ma che ci facesse di male?

      iosoio

      Elimina
    3. @anonimello d'un dinamo

      infatti sono una fessa.

      iosoio

      Elimina
    4. @fratello

      Il blog fino a prova contraria è mio. Tu di solito fai le pulizie la sera. E smettila di fare l'arrapato. Non siamo fratelli. Tu sei un troll, anzi sei una metastasi del thread di LoTasso.

      @iosoio

      Lo so che tu vali, no come quel millantattore. Scusalo. Se vuoi, tanto sono avvezzo, lo elimino.

      @Bianvaneve

      Sono costernato.

      Elimina
    5. Massì, son bravi guaglioncelli. :-D

      Comunque ormai nun c'ho più l'età per spogliarmi, altrimenti lo farei eccome.

      Elimina

    6. Sono bravi e generosi. però mi sa Bianca che con questo commento provocherai un esodo trollico da Lo Tasso a Marta&Carlo... Ma non ti preoccupare che spammo tutti:))

      Elimina
    7. @dinamo

      rapidità d'esecuzione e orientamento. orientamento.
      ti selignerò a chi di dovere. nel modulo "benebenista" ci staresti bene.

      @Biancaneve
      skype è uno strumento per tutte le età. potrebbe essere interessante. proviamo, bbella mbriana mia?

      iosoio

      Elimina
    8. @ iosoio

      Sono poco amica di questi aggeggi tecnologgggici moderni e poi da quando Philip Roth ha dichiarato che non scriverà più sono caduta in depressione.

      Elimina
    9. @BiancaN

      Beh, un po' di svago ti farebbe bene bene.
      Poi a me la notizia che philip no scriverà più non m'ha fatto né caldo né freddo. Ho pensato: uno in meno.
      Ecco. Forse tu potresti introdurmi all'arte dell'ammerigano.
      Anche via skype, volando.

      iosoio

      Elimina
    10. @iosoio

      proprio tu mi dici questo dopo tutto quello che ho fatto per farti diventare come sei...
      grazie
      e comunque vi spammo tutti, non ci posso fare niente

      Elimina
    11. (C)onan detective13 novembre 2012 18:42

      din, non è che vuoi spermare tutti? sei un porcellone

      Elimina
  6. @dinamo

    ma perché questo tono da resa dei Conte? e poi come fai a spammare qualcosa che è già spam per sua natura? perché aizzi? perché la zizza nnia neniosa?

    ma il mondo si sta padrerozzizzando?

    iosoio

    RispondiElimina
  7. @ iosoio

    Guarda, facciamo così, niente skype, ti invito per una lettura dell'ammerigano Roth (leggo e commento io). Nuda. :-D

    RispondiElimina
  8. @BiancaN
    Potrò finanalmente toccare con m'ano la letteratura del grande americ'ano.
    So che mi impartirai una gran rezione, il mio b(i)anca di prova.

    Dimmi dove e quano :P

    iosoio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra l'altro, di questa che potrebbe divenire una abitudine inter nos, ne farei un diritto da estendere all'umanità, il mondo s'ha da imbiancarsi. Che ne dici, dolcezza?

      iosoio

      Elimina
  9. @iosonoio

    stavo scherzando.


    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    Non so cosa stia succedendo nel modulo commenti lotassici. A me prima si caricava una seconda pagina. Adesso no. Forse abbiamo superato il massimo di commenti possibili.
    Se qualcuno sa come sbloccarli mi facci sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Dina, peccano! Mi sarebbe piaciuto assistere ad una invereconda vampata cogli stilemi del commentario lotassico ;)
      Un bacio alla dolce Biancaneve.

      iosoio (ma chi fui?)

      Elimina
  10. RICOMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    Sempre nel commentario Lotassico, per aprire la seconda pagina cliccare CARICA ALTRO. sotto al modulo commenti. Delle volte si apre delle volte no, mi sa.
    In fede

    Dinamo

    RispondiElimina
  11. Quando sono nervoso mi attacco un peso alle palle e medito.
    Quando sono sereno mi attacco un peso alle palle e medito.

    Del resto, non crepa sempre la capra, a volte crepa la panca perché non è in armonia con la natura. Della capra.

    mOsho

    RispondiElimina
  12. Inoltre, volevo dire a Biancaneve: la Tua luce interiore è molto forte. Abbassala che non riesco a dormire, cazzo.

    mOsho

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma di che ti lamenti, con quello che costa l'Acea! :-D

      Elimina
    2. Il mondo è bello perché non è brutto. L'armonia è armoniosa e tutte le cose vibrano in armonia.

      mOsho

      Elimina
  13. Marco, Molfetta14 novembre 2012 00:41

    Mi avevano regalato questo racconto in cofanetto per Natale. Devo dire che non avevo nessuna intenzione di leggerlo, invece quando l'ho iniziato mi è piaciuto subito. Bella scrittura, piacevolissimo. Consigliato a chi vive una relazione extraconiugale lesbo.

    Voto: 3/5

    RispondiElimina
  14. E comunque Dinamo, qua nessuno ha saputo commentare seriamente il tuo racconto.
    Buttano tutto in caciara, 'sti qua. ;-)

    RispondiElimina
  15. Ciao a tutti, prima di leggere e commentare questo racconto vergato da DS (Domenico Sportivo) - che il mio amico Dietro Citato ha semplicemente definito "delizioso" - vorrei presentarmi:
    Sono un ex bello, ex alto, ex biondo, ex giovane, ex tombeur de femme, ex famoso, ex personaggio letterario: praticamente un pirla.

    saluti,
    un pirla

    RispondiElimina
  16. I commenti di Biancaneve mostrano ancora una volta che alla Critica si preferisce, nel panorama letterario ultracontemporaneo italico, l'eccesso di autoconsacrazione narcisistica.
    Mala tempora curnut.

    g. fidel castropoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la mia era una battuta...

      Nessuno capisce mai quando scherzo ufff

      Elimina
    2. Rallegrati, hai più tette di Keira Knightley.

      mOsho

      Elimina
    3. aahahha, ci vuol poco.
      Modestia a parte, le mie tette sono un capolavoro (nella fotina non si vede bene, peraltro non stavo in forma in quel periodo).
      Vanità... sono vanitosa e non lo nego. Anche perché, non mi interessa dimostrare che sono intelligente. :-D
      Comunque presto, sul mio blog, una Fiera della Vanità 2. Vi aspetto numerosi. :-)

      Elimina
    4. Preferirei una Fiera della Anità, se possibile.
      (Bianca, sei un bigiù. Ma per le lezioni rothiane, dicevi???)

      iosoio

      Elimina
    5. sto con iosoio.
      vedi bianca, si cce mostri anche le terga ne saremmo felici.
      io, iosoio, ma puro dinamo, marta, carlo, er figlio de marta e carlo, er maestro, naolo pori, una mamma italiana, mario de filippi e tutti gl'artri.
      dispensace felicità a go-gol, famo bordello, daje cocca.

      paolettodicanio

      Elimina
    6. scusate, un erore: e tutti ll'artri

      paolettodicanio

      Elimina
    7. "famo bordello" mi piace, però mica posso fare tutto io, mostratevi iggnudi pure voi.
      Tutto il resto è un surplus. :-D

      Elimina
    8. ciccio (ab)baiano15 novembre 2012 14:47

      ce s(t)ong. mi metto nudo come un uomo di nandertal (località Napoli marittimo)

      Elimina
    9. scioè? un flescemobbe tuttignuddi un dolce domani? 'Mmazza che ideona ciài avuto! Se po' ffà. se po'ffà.
      Porto l'abbacchio.

      paolettodicanio

      Elimina
    10. ciccio, a napule ciò vissuto, si tu sei napolitano, io che non sono iosoio ma paolettodicanio, non sono romano ma sudtirolese o ar più er presidente da republica...

      paolettodicanio

      Elimina
    11. L'abbacchio portalo vivo, magari.
      Io sono un'esteta, i cadaveri non mi piacciono.

      Elimina
    12. Eccerto Bianca! Nun cce lo sai che giro pe' Londra con un abbacchio ar guinzaglio?!? Che te credevi? Nun sarebe er nonplusultrà paolettodicanio, l'abbacchio e una patatina assieme?

      paolettodicanio

      Elimina
    13. Anch'io sono un'estetista e neanche a me mi piacciono i cadaveri. Adoro Biancaneve e i sette cosi lì.

      Lalla di Non C'è Trucco Non C'è Ingano

      Elimina
  17. Eccomi qui, di ritorno da una partecipatissima Assemblea del Comitato No Grandi Navi Scuola – Pubertà Bene Comune. Purtroppo gli interessi finanziari e le forze della speculazione in atto sono da paura e bisognerà inventarsi qualcosa di eclatante per contrastare il progetto di trasformazione della *delicatissima* in braccio di mare e porto per condomìni galleggianti da crociera (...)
    Domani incontro il mio farmacista di fiducia. Che sia il mio canto del cigno?

    la magione del tempo supplementare

    RispondiElimina
  18. Biancaneve, non vorrei fare un torto a questi (lo)troll che vengono qui, ma secondo me colla loro presenza mi mostrano affetto e apprezzamento. A modo loro, facendo caciara, ma commentano anche il racconto.
    Per una critica seria invece spero prima o poi arrivi e grevi a scrivere qualcosa o g polilessa. loro sono capaci di rimettere in riga il discorso, gente seria, studiata. vediamo se si affacciano.... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dinamo, pure tu?
      La mia era una battuta, lo so che questi cialtroni qua ti mostrano apprezzamento ("cialtroni" detto in senso affettuoso, eh).

      Elimina
    2. no no, era per sfottere un po' i (lo)troll, avevo capito che scherzavi...

      Elimina
    3. Saluta il giorno nuovo, saluta il giorno vecchio, saluta quello che verrà. Quando hai finito, salutami anche tua sorella.

      mOsho

      Elimina
    4. Se hai paura della notte, dormi. Ti sveglio io quando se n'è andata.

      mOsho

      Elimina
    5. ma non è che tu sei di quei poeti lynchiani?

      Elimina
    6. Magari mi spappolo al suolo, ma non chiamerei lo ottantanoventiquattroventiquattro nemmanco se mi trovassi in mutande sull'orlo d'un cornicione.

      un passante



      Elimina
    7. @Dinamo Seligneri

      Cmq, hai tutta la mia solidarietà se devi andare alle poste a ritirare una raccomandata.

      un passante

      Elimina
    8. @Marta & Carlo

      Quando tornerete, troverete il vitello grasso ben cotto. E una festa in vostro onore.

      mOsho

      Elimina
    9. Scusa @Dinamo: ma cos'è un poeta lynchiano?
      Uno che scrive versi da linciaggio? Chiedo, eh.
      Son tuttorecchie.

      un passante

      Elimina
    10. ciao a tutti sono naolo pori, io quando devo andare a prendere una raccomandata alle poste, che sono ancora in tempo, per un momento, per un secondo, penso oh una raccomandata che bello sarà un gran pezzo di figa invece poi vado là dopo, che sono andato là, io naolo pori, prendo il ticket faccio la fila come gli altri che non li conosco mica gli altri e quando tocca a me dico che devo ritirare una raccomandata allora penso toh un bel tocco di figa ora scavalca lo sportello e mi mette la mano sottobraccio invece mi tirano un pezzo di carta con un timbro e tutto e io penso a quel racconto di Dinamoscky il narratore russo che ha scritto un racconto dove c'è un maestro e c'è Marta e c'è il marito di Marta e penso cazzo sto in un mondo al rovescio sono l'unico alle poste che pensa al narratore russo Dinamoscky e sono l'unico che quando ha finito di firmare le carte si riporta a casa una bambola gonfiabile raccomandata e sono contento se ci penso ma non ci penso e piango

      Elimina
    11. @un passante

      una poesia lynciana sono quelle poesie nonsense con un gusto per la putrefazione o una minaccia peregrina di morte. non sense.


      @naolo pori

      ti sei scordato di scrivere dove è uscito: sul Biberon o sul Moglio?

      Elimina
    12. ...ti faccio vedere che tra un po' Naolo posta un raccontino su questa dimenticanza

      iosoio

      Elimina
    13. ma vai a cagare


      [uscito su Caghero]

      Elimina
    14. ohhh iosoio è un mio amico porta rispetto.

      [uscito su Latazza]

      Elimina
    15. vi porto una camomilla baldi giovani?

      Elimina
    16. LEOPARDI

      Oggi, stamattina, bevevo un caffè lavazza, e accendendo il computer m'ero messo a postare qualcosa non ricordo cosa sul poeta armeno Cacazzov, quando improvvisamente mi sono reso conto che m'ero dimenticato di scrivere dove era uscito il pezzo che postavo. Allora m'è tornato poi dopo alla fine finalmente per giunta sul pratone dove postavo m'è tornato in mente Leopardi che faceva poesia colle dimenticanze allora pure io alla fine finalmente mi è riuscito di fare lo smemorato ché gli smemorati sono sempre poetici, pure io smemorato sono poetico... e sto pezzo, scusate, dov'è uscito non me lo ricordo mica

      Elimina
    17. Te lo ricordo io, Nao.
      I ragazzi aprono lo Smemoranda e sbadigliano.

      il maestro

      Elimina
    18. ah AH, che vi dicevo?

      iosoio

      Elimina
    19. ma sei sicuro? perché quelli di Smemoranda non m'hanno pagato niente a me...

      Elimina
    20. @naolo pori

      Ama te stesso ogni giorno. Ogni tanto cambia mano.

      mOsho

      Elimina
    21. da qualche tempo, lo sanno tutti, scrivo colla Destra.

      Elimina
    22. Mettete delle protesi nei vostri cannoni.

      mOsho

      Elimina
    23. so che non c'entra niente col post, però avete visto il gol di rovesciata di Ibra? straordinario, solo che ha esultato praticamente da solo. secondo me i compagni non lo sopportano. so' annati là vicino, ma non erano affatto affettuosi. penso. credo. secondo me.

      Elimina
    24. Da stitica dico che i racconti di Naoli sono utili, fan cagare (a spruzzo)
      A sprazzi invece m'è piaciuto quello della De Filippi.
      Il finale un po' stirato via...

      joe a. china



      Elimina
    25. naolO, ché poi s'avessi un ano da giardino lo chiamerei così, naolo

      joe a. china

      Elimina
    26. @Dinamo (Chievo?)
      fa' in tempo a scrivere la figurina, prima che naolo ti rubi l'idea...

      iosoio

      Elimina
    27. @joe

      non sono tanto d'accordo. i racconti di naolo sono carini, io sono contento che ne posta alcuni anche qua. sul racconti di dinamo il finale mi è piaciuto tantissimo, ma bisogna vedere che ne dice Tina, l'opinionista.
      io ho un nano da giardino, si chiama paolo

      Elimina
    28. un ano da giardino15 novembre 2012 12:35

      Tantebellecose a tutti!

      paolo

      Elimina
    29. @dinamo

      Stirato forse no. Ma pettinato sì.
      Conforme al format. 'Sta coerenza mi ha indispettito e resa indisposta al finale.
      Per fortuna ero alla toilette.

      joe a. china

      Elimina
    30. JUVE BOOM! MAROTTA SCATENATO
      A GENNAIO CLEON LUCIO EURILLA

      continua a leggere

      Elimina
    31. @china

      Un finale al cardio...patico

      Elimina
    32. @continua a leggere


      la juve dello scudetto perduto

      Elimina
    33. FIGURINE PANINI

      Niente, volevo dire che io quand'ero piccolo che sono stato piccolo pure io, e con tanti desideri, sognavo di diventare calciatore della Parmiggiana, dove militava un calciatore russo di nome Melanzanicov, che aveva una voglia matta di tirare sberle all'incrocio dei pali, e lo diceva nelle interviste, ma non ci riusciva mai a mettere le sberle nel sette e a me non so perché mi piaceva un sacco questo Melanzanicov della Parmiggiana, la mia squadra del cuore, e mi ricordo che ogni giorno andavo all'edicola a comprare le figurine panini per vedere se mi usciva Melanzanicov ma poi dopo alla fine finalmente ho scoperto che le figurine panini arrivavano fino alla serie c1 se andava bene, e quella la Parmiggiana era nei dilettanti, così m'è sempre rimasta addosso una voglia di Melanzanicov nella Parmiggiana...

      Elimina
    34. porca puttananananananannan!!!!

      Elimina
    35. la juventus dello scudetto sospeso

      Elimina
    36. Una mamma italiana15 novembre 2012 13:07

      Permettetemi un omaggio al Paese che ci ha dato una possibilità, un presente e un futuro. Che ci ha provati, strapazzati, messi a durissima prova, ma che di sicuro ci ha accolti più del nostro. Il Paese dei miei figli Cleon, Lucio, Eurilla e Melanzao.
      Oggi, Dia da Proclamação da República, ti ringrazio Brasile, dal profondo del cuore
      http://youtu.be/xhLNjlgzs54

      Elimina
    37. cheinnodemmerda

      paolettodicanio

      Elimina
    38. grazie una mamma italiana

      paolettodicanio sempre a fare il nazioanalista

      Elimina
    39. Grazie mamma italiana per essere intervenuta sul nostro portale.
      Una domanda che interessa milioni di tifosi sparsi per il mondo. Cosa ci può dire dell'interessamento della Vecchia Signora per i suoi figlioli?

      Redazione TuttoSport

      Elimina
    40. Una mamma italiana15 novembre 2012 13:25

      Che è una notizia che non corrisponde alla verità.
      I miei figli sono molto richiesti qui in Brasile e non hanno alcuna intenzione di lasciare il Brasile per un paese del terzo mondo come la nostra Italia. Non penso che la seconda squadra della città di Torino potrebbe assecondare e soddisfare le richieste dei miei figli, di cui io sono la procuratrice. Quindi derubricherei notizie di tale tenore alla voce cazzate.

      Una mamma italiana

      Elimina
  19. a me i racconti non mi piacciono.

    RispondiElimina
  20. Maro' che bordello ... stann' più troll qua dent' che a alberobbello ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stare bene è bello e fa bene. Dobbiamo fare del nostro meglio per stare bene perché stare male è brutto e fa male

      mOsho

      Elimina
    2. io invece ciò una verza sullo stomaco anzichéno.
      tutta colpa de marta. quella tr***

      paolettodicanio

      Elimina
  21. Fi-gu-ri-na! fi-gu-ri-na! fi-gu-ri-na!

    RispondiElimina
  22. Che bel racconto.

    un'ammiratrice senza peli sulla topa...

    RispondiElimina
  23. da Pierbuffoni Lo Tasso

    Sui tuoi lombi assorta primavera.
    Rigoglio rinfoltito
    incantevole luna.
    Sognata femminilità.
    Incantesimo del sottosuolo
    madre di Dio orgiastica.
    Madreperla vulcano.

    *

    da Pierbiancaneve Lo Tasso

    Fortezza triviale
    erezione di lava.
    Nel tuo petto vivida primavera.
    Sotto il cappuccio agrodolce ginestra
    vorace fiamma
    sotto il cappuccio Presidente degli infelici
    fiera Verità.

    *

    da Piermosho Lo Tasso

    Dalle tue ascelle mistica spiga
    poesia sorprendente
    celeste giardino
    Purgatorio del dolore.
    Nelle tue mani sognato pensiero
    profumo aulentissimo
    amletico poema

    *

    da Piermarta Lo Tasso

    Escort cavernosa.
    Grandioso misticismo.
    Fragranza fenicia
    dalle tue ascelle reliquia del demonio
    sui tuoi lombi verde desiderio
    illuminazione premonitoria

    *

    da Piercarlo Lo Tasso

    Aqua vitæ intrepida
    spericolata inquietudine
    poetico rosso.
    Padre di sale.
    Saggezza del desiderio
    librarsi degli infelici

    *

    da Piernaolo Lo Tasso

    Bellezza del silenzio.
    Sul tuo ventre ammaliata luna
    vita premonitoria
    triglia tenera
    beltà della Carità

    *

    da Pieriosoio Lo Tasso

    Speme intenerita
    poema scintillante.
    Commosso meriggiare
    Ulisse del commiato.
    Lenone dell’Anima

    *

    da Pierbiondi Lo Tasso

    Sui tuoi lombi amletico festino
    fiera allegria
    ai tuoi piedi meriggiare di luna.
    Vitale vino
    speziato bianco
    nibelungo eros
    voluttuosa allegria

    *

    da Pierpasseri Lo Tasso

    Ulisse inseguito
    satiriasi del peccato.
    Sul tuo ventre malinconico Inferno
    divinità stoica
    sul tuo labbro unguento da basso Impero
    canzone lieta.
    Nelle tue mani folle magistratura

    S. Biondi & D. Passeri (uniti nella lota9

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'ste poesie generate da sbondi sono una chiavica, come direbbe er grande amico mio pino batman taglialatela. fanno schifo ('na citazzione coltissimma, letterati der...) financo ar cazzo de carlo

      paolettodicanio

      Elimina
  24. franco checazzo-fano?15 novembre 2012 15:26

    Ndovè che se spojano? a Bianca, te faccio nera!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. interistademmerda, taci!

      paolettodicanio

      Elimina
  25. Sabato prossimo, a Piazza del Popolo, tutti al naked-flash mob!

    Tu Dinamo, mi raccomando, vieni con il fratello anonimello e stavolta in prima fila ché ti devi vedere nel video.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono pronto, ma senza fratello anonimello che mi brucia tutte le conquiste...

      Elimina
    2. Sabato ho un colloquio di lavoro a Mumbai.
      Si potrebbe spostare l'evento?
      Il mio rapporto con Marta potrebbe passare anche dall'eventuale partecipazione al naked-flash mob.

      Carlo, padre e marito

      Elimina
    3. Geppe Trillo, il capo della curva15 novembre 2012 15:57

      Bianca-neve facci go-de-re
      Bianca-neve facci go-de-re
      Bianca-neve facci go-de-re

      Tutti assieme dài!

      Sarà un EVENTO EPOCALE!

      Elimina
    4. No, ma che avete capito, io, in quanto organizzatrice, mi tengo fuori dai giochi. Dirigo dall'alto del Pincio. Le folle mi provocano attacchi di panico.
      Arrangiatevi, oh.

      Elimina
    5. c'è qualche iniziazione in giro?
      posso venire pure io?
      invitatemi,
      e grevi
      via Eleusi, 8

      Elimina
    6. Dall'alto del *Pincio* a dirigere i giochi...

      Una immagine per cui mi sono denudato già qui ora in seduta stante.

      Grazie Bianca.

      iosoio

      Elimina
    7. Oh. E carlo alla prossima pantomima potrebbe immedesimarsi in un *cazzone*

      iosoio

      Elimina
    8. Il figlio di Marta e carlo15 novembre 2012 17:10

      Però che stronzetta questa tipa ("stronzetta" detto in senso affettuoso, eh)

      Elimina
    9. Nooo, stronzetta non me l'aveva mai detto nessuno... sigh :-(

      Elimina
    10. Stamattina ti ho mandato via mail l'anima gemella, come mi avevi chiesto. L'hai riconosciuta, no?

      mOsho

      Elimina
    11. In Galilea tutto molto tranquillo. Molta polizia e esercito in giro, ma tutto bene! Oggi poi è festa. Capodanno islamico. Buon anno!!! E pace!

      padre o. maritozzi

      Elimina
  26. @biancaneve

    agoràfobia?
    devi andare ad Atene, NECESSARIAMENTE.

    e brevi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhaha
      no, non è agorafobia comunque, non ho paura degli spazi aperti, ma delle situazioni nelle quali mi sento momentaneamente imprigionata.
      Tipo qui anche... tutta 'sta gente che c'è ora nel salotto di Dinamo mi mette una certa ansia. :-D

      Elimina
    2. P.S.: no, comunque ho toppato, per agorafobia non si intende solo paura degli spazi aperti (o di uscire), ma di qualsiasi luogo affollato. Pardon, sono una cialtrona.

      Elimina
    3. Bianca, metti il dito nella piaga (finanziaria). Prima, qualche giorno fa, avevo un salotto e ci stavo dentro colle spese. Oggi per contenere tutte queste belle persone ho dovuto aprire uno show room alla Fiera di Milano (fermata metro Rho). Vangate numerosi...

      Se hai invece l'agorafobia fai come dice e grevi, vai ad Atene...

      Elimina
    4. Sono già due mesi che curo l'orticello della mia vicina.
      Ne è molto contenta.

      No. Non prenderò parte a questa pagliacciata.

      iosoio

      Elimina
  27. Il figlio di Marta e Carlo15 novembre 2012 17:00

    Oltre ai teminclasse, scrivo anche canzoni.
    Se vi piace, cliccate su Mi piace

    http://www.youtube.com/watch?v=9eSO_cO2u-I

    RispondiElimina
  28. guarda io sono il primo ad essere per l'amore, il rispetto e quant'altro, però se c'è da scopare, fare orge io ci sto. un conto è l'amore un conto il sesso. forse è impopolare, però io la penso così. se c'è uno che mi dimostra il contrario, posso cambiare idea, non è questo il discorso.
    cioè a caval donato non si guarda in bocca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il gestore del pub15 novembre 2012 18:38

      uno ok.
      puoi procedere al punto due.

      alla svelta

      Elimina
    2. pronta per una sveltina.
      sono una ragazza acqua e sapone. e a volte neanche quello.
      a buon intenditor...

      Elimina
    3. il gestore del pub15 novembre 2012 21:59

      e il tre? avanti! forza!
      celere!

      Elimina
  29. Oggi da Gerusalemme alla Galilea passando per la Valle del Giordano. Una fila continua di mezzi militari diretti a sud! Impressionato

    padre o. maritozzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo. Prego Iddio che la destinazione sia questo ponte.

      padre o. maritozzi

      Elimina
  30. il fratello anonimello di dinamo seligneri15 novembre 2012 19:41

    Nuovo post! :))

    RispondiElimina
  31. Cari trollanti, scrivo cogli occhi tronfi di pianto, e anche cogli occhi chiusi. E' per me un onore e un piacere dirvi che grazie a voi è da qualche giorno che mi sento come di vivere in uno dei miei libri preferiti di sempre: I due allegri indiani del semi-nostro indimenticabile Rodolfo (che io vi dirò, lor signori, lo preferisco delle volte anche a Girgiotto il tapiro manganelliano, nonostante mi sia capitato di pensarli entrambi emanazioni angeliche dello stesso spirito).
    Compli mento maggiore non potevo farvi.
    Grazie di aver messo questo coglione di DS nel suo disney world. Grazie a cuore aperto (potete bypassare quest'immagine). Baciuzz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche per me I due allegri russi è uno dei mie libri preferiti. Che bel libro... ma un libro cos'è? un pacco di fogli rilegati. allora dovremmo dire che ciò che ci piace, di un libro, se è vero che un libro è un pacco di fogli rilegati, è il contenuto del libro, no il libro che è un pacco di fogli, rilegati. riformulo la risposta: anche per I due allegri russi è uno dei miei contenuti di libro preferiti.

      Elimina
  32. vabbè din tu leggi noi ce scopiamo le amiche tue

    un tre

    RispondiElimina
  33. Imho, per poco meno dei 3/4 del rot(rol)lo c'è la mano d'un sol trollante. Il cinquantunesimo.

    il, oh gli effetti della ganja o una confessione :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. confessa con fessa confessa!

      Elimina
  34. cercasi disperatamente quel mattolin di fleurs du mal, hanno ritrovano il suo motorino rubato truccato con in sella la nonna truccata rubata che non riusciamo a staccare da un oggetto contundente...
    dirigersi piazzale antistante lo stadio.

    un ricettacolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dina!

      ilM, http://vimeo.com/44567902 :P ;)

      Elimina
    2. ps: A prop. dello Stadio, aspettando Napoli v Milan:

      Il Napoli sta marciando verso il suo primo scudetto, ma è reduce da una brutta sconfitta a Verona (3-0). L’Inter è dietro, minacciosa. Bisogna assolutamente battere il Milan al San Paolo. Diego in settimana promette un gol a mamma Tota. Lo fa. E che gol. E’ uno dei suoi più belli e famosi. Ma il protagonista gigantesco della partita è Giordano, che non segna, ma fa giocate da padreterno. Finisce 2-1. Maradona esce dal campo con la maglia del Milan indossata alla rovescia.

      ilTT: non mi so fermo, ci sono le immagini:
      http://www.youtube.com/watch?v=Eg2mQMy1rJE

      cia'

      Elimina
    3. Potrei srotrolollare d'altri N v M in undici base + 3 N v M in panchina, per un tot di 14 storici N v M, ma dico STOP al trolling!

      ilA, le intemperanze

      Elimina
    4. ciao Matt, benritrovato.
      Ho saputo che Cavani se ne va. L'ha detto Meno Tavoli (di) Robiola.

      Senti, tu lo sai che ti voglio bene, ma non per mancare di rispetto a tua nonna, è giunta voce che quando sono riusciti a staccarla dal coso lì, tua nonna abbia detto "ringrazio tutti, mi avete salvato la vita, l'oggetto contundente mi stava mandando in paradiso".
      Povera vecchina.

      Sei un nipote disgraziato e men(n)e freghista.

      Elimina
    5. Un passante: ma sta Biancaneve quand'è che si spoglia nuda?

      Elimina
    6. Un secondo passante: ma LM che ne pensa della Nuova Fiorentina di matria napoletana?

      Elimina
    7. Ahi ahi Dina, del contrundente dell'isterica moufrignana ne parlerò dopodomani da Barbara D'Urso. Parlerò benebene. Te lo assicuro. Promuoverò anche una scampagnata per la legalizzazione dei mattolin di fleurs du Mal dei Primitives (in onore di mia nonna).
      Cavani l'ho già venduto allo Shakthar in cambio di Cleon, Lucio, Eurilla e dimentico qualc'altro. A Napoli porto anche Mircea Lucescu. Stramamozio è Carlo.

      ilMatt., giornalista sportivo :P

      Elimina
    8. pppps: cmq, in questi gg mi sono divertitissimo a fare la rayuela qui sul ponte... è il pre-gara che mi fotte...

      Va be', vada per un Napoli Milan del '66

      E’ il Napoli neopromosso, il primo di Sivori e Altafini. Sorprendente. Dopo 22 giornate è secondo, 2 punti dietro la Grande Inter. Insomma in corsa per lo scudetto. E dopo Napoli-Milan in corsa rimane. Si vince 1-0 con gol di Sivori. Un gol che è due volte sorprendente. Primo: Omar perché segna di destro. Secondo: perché a fine partita Sivori rompe il silenzio stampa del Napoli e rivela di aver promesso il gol al compagno Altafini. Era successo che con un gol di Altafini il Napoli avesse battuto nelle giornate precedenti la Juve, ex squadra di Sivori. “A Josè avevo promesso che gli avrei ricambiato il favore”. Vittorio Pozzo, ex ct dell’Italia che fa il giornalista per La Stampa di Torino ed è al San Paolo, scrive: “Sivori è al momento attuale il re di Napoli”. La domenica seguente il Napoli perde a Bergamo, il sogno scudetto se ne va. Finiamo terzi, dietro Inter e Bologna.

      ilMatt., :(

      Elimina
    9. Però mi sarebbe piaciuto assai esserci il 23 dicembre 1973.
      Decima giornata di campionato, ventiquattr'ore all'insalata di rinforzo. La classifica è: Juve Lazio e Napoli in testa con 13 punti. Si giocano: Cagliari-Juve, Verona-Lazio, Napoli-Milan. Il Napoli di Vinicio è dunque l’unica capolista col turno in casa, si sogna di passare Natale da soli in testa. Del resto in casa il Napoli non perde da 38 partite di fila (pari a 3 anni e 10 mesi). Macché, manco per il catanazzo. Finisce male. Al gol iniziale di Canè, rispondono Biasiolo e Chiarugi. Nel minuto di recupero, Braglia viene spinto in area da Turone. E' un rigore nettissimo per tutti, compresi i giornali (pure quelli del nord) all'indomani. L'arbitro, quel samenta di Carlo Carlo, non lo vede, non lo fischia. Scoppiano incidenti allo stadio, un fuggi fuggi generale, un delirio pazzesco per ore in tutta la città...

      ilMatt., cronista viscerale

      Elimina
    10. o Matt, le tue blogcronache fanno incendiare la palla, grazie

      Elimina
  35. ...ma vaffa :P

    ilMatt., dal Massimino linea a Tonino Raffa dal Granillo di Reggio Calabria...

    RispondiElimina
  36. MI SCUSO PER L'OT ... :P

    Azz, sgranellandogli più e più paraustielli sui napolimilan recenti e passati, al mio tatuatore di fiducia gli è venuta una saudade della Madonna, sta sudando (caldo) più della maglietta di Totò Aronica. Consigli?

    Ora, Din, terrei ad aggiungere che in virtù (o a causa o per effetto a giro) di quest'epoca ('e mmerda, tengo a ribadirlo sempre ovunque e comunque) caratterizzata dalla sua riproducibilità sia dal fronte tecnico che dal versante tattico e poiché devo cercare d'imparare a ballare il gangnam style, questa cosa divertente (procurarti biglietti omaggio per DisneyLand) (forse) non la farò mai più, né in qualità di Matt. né degli altri Allegri che ho appena esonerato. Anche se al prossimo approvvigionamento di ganja o ai primi passi ingarrati capisciammé ... : ilMatt., S.F.N.

    (ps: per compensare, mi sono strafatto un pdf del bizantino Petrov, così domani prima della gara allo Stadio me lo rifaccio - un bel dittico col Bob Generoso di Larry - Por-Ca-Valero! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente non la farai più?:/

      Elimina
    2. uauhauahauahauahauaa

      In presa diretta. Un anziano signor (poeta) nei pressi della Pignasecca...

      Totò (Aronica)

      E' n' ommo affascinante comm' a nu piezzo 'e jazz
      esempio di coraggio p'Uvini e Fernandezz ;
      Aro', sulo na cosa: tu quann' 'a passi addreta
      'e essere cchiu' tuosto: tu chiavace na preta!

      Ha detto che me ne smercia altre due su Cannapaolo e Campagnaro domani in cambio d'un peroncino al baretto della B.

      ilMatt., portavoce

      ps:ah sì, Ano, fuori dal vasino No. In testa a te chi può saperlo... :P

      Elimina
    3. Ma Aronica è quello del retropasseggino?...

      Elimina
    4. Su suggerimento di Fanalino di Coda che se ne intende ho tolto il mio racconto che faceva letteralmente cagare...
      Ne metterò un altro nelle prossime ore, qui oppure su twitter, come la jenni Egan... ma più bello. forse niente. grazie ciao

      Elimina
    5. bravo dino non ti svendere mai al primo culo che passa...

      un passante seriale

      Elimina
    6. @Bebè: sì, isso in carne e legamenti

      @Dina: Più bello di Jenni Egan? E che ci vuole? Apponi una immagine della nostra bella Biancaneve! Mica ti fa specie?

      ilMattroll: all'ultimo messicano... :(

      Elimina
    7. Matt,
      ci mancherebbe che mi fa ispecie.
      ma di Jenni parlano tutti bene, io a leggere quel racconto su twitter trasaletti. e la ggente che je more appresso. pensare a quanti italiani bravi ce stanno da leggere (tipo me per esempio)... e sia detto non per nazionalismo, ma per linguistica. e guarda che la nostra bella Biancaneve ha finito tutti gli scottex dal pianto che Roth(to) là non scrive più... e allora io che doverei dire che Parise è ddirittura morto? e di marameo non ne volemo parlà che pane e vino nugliemancavano?
      la fai facile tu, all'ultimo messicano...

      Elimina
    8. Dina, e-levami una curiosità proprio mo che 'na cosa mi sfugge dalle dita e dal cuore e dalla mente. In estate pariseando per Napoli agli amici miei dissi Guagliù non mi scassate il catanazzo che tengo da fare, devo scrivere il mio capolavoro: Marameo no, ma Parise mica è morto impiccato?
      Poi ch' t'aggia di', dei nordamericani da un po' leggo quelli (solo) col cognome da mal vivente, De Palma De Niro De Laurentiis Pacino Scorsese... e sono sicuro che Jenni non ha mai letto le Centurie checché ne dicano i suoi centurioni rom'ani... gudnait!

      ilMatt., magari avessi un orto con la ganja nell'orto

      Elimina
    9. Però pensavo, quanto fa americano dire Rot(t)hinculo.
      Un tosco-americano. Rotthinculo.

      ilMatt., rottinculo

      Elimina
    10. @proprietario del Matt

      non ti permetto di parlare così del mio amico ilMatt. chi l'avrebbe rotto poi scusi?


      @Matt

      ti ho difeso.
      comunque, io i nordamericani non li sopporto, non li leggo e soprattutto non mi piacciono. non mi devono nemmeno importunare... che a te non lo so io che la festa te l'ha fatta un nordamericano? tieniti a riparo dai nordamericani. e non ti abbassare i pantaloni per fare scherzi ai coetanei.
      http://it.eurosport.yahoo.com/video/pallamano-os-stuffer-squalificato-085956765.html

      Elimina
    11. Chi è Jenni Egan?
      Ammazza quando so' ignorante!
      Ma dovrei conoscerla?

      Elimina
    12. Quanti cazzi vuoi sapere!!!

      talliq aziz

      Elimina
    13. Bianca, non ti perdi niente... su minimaetmoralia trovi anche il suo racconto twittato... mah.

      Elimina
  37. Grazie per avermi difeso Dina. Ogni tanto chi detiene i miei diretti d'attore si ammeriganizza e rischia di far pigliare 'o cazzo d' 'o ciuccio p' 'a lanterna 'o Muolo oppure 'a banca 'e ll'acqua p''o cazzo a te che sei un bravo ragazzo. Non era questo caso perché oggi (ieri n.d.r) mi sono rotto il culo a studiare chimica...

    ilMatt., Stuffer Mitico! :) :) ma è uno stantuffo di fascinazione?

    ps: circa la twitteratura, pure l'esperimento di Belpoliti (ridurre in twitterese le Fiabe italiane) fino a mmo s'è rivelato 'na gran stronzata... :|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cantagliele ogni tanto al tuo proprietario. Ché lui deterrà pure i diritti ma tu ci metti il mazzo.

      Volevo fare un groppo su blogger dedicato a Stuffer. Mi sembra un tipo ok. tu ti ci iscrivi?

      Non seguo più tanto le novità, sto diventando sempre più vetusto e malinconico, Belpoliti non era quello che sta pappa e ciccia con Celati? Mbò. La cosa migliore mi sa è stare alla larga a quelli della cultura. Bisogna fare come A G Pinketts che se scoppia la bomba atomica in Indonesia non lo chiamano per fare il pezzullo sul Corriere. Se muore Roth non gli deve fare il necrologio. non deve neanche dire la sua sulla nuova traduzione dell'Ulisse.
      M'andasse a cagare sta cultura di merda...

      Elimina
    2. A me venne un groppo in gola ad osservare quelle fiabe (così) detenute.
      Per il sesso di gruppo ci sto. L'equiparazione cultura/letteratura nn la capirò mai, ma io faccio arte chemmefre' :P

      ilMatt., un gran direttore, un santo, un apostolo (cit.)

      Elimina
    3. "L'equiparazione cultura/letteratura nn la capirò mai, ma io faccio arte chemmefre' :P" questo è poetare...

      Elimina
    4. Modestamente (cit.)

      ilMatt.: Staje 'mmano all'arte Seligne'! ;)

      Elimina
    5. Matt, ma tu l'opera tua la stai a scrive o stai sempre a sgambettare attaccato ai pantaloncini di calciattori e calciattrici (Cavani non te la dà la maglietta... - prova coi reggicalzettoni di Ilaria D'Amico - porca se è gnocca)?
      è vero che hai provato a portarti a casa il microfono sudato di Auriemma e t'hanno detenuto in carcere un giorno e una notte in concomitanza colle agitazioni studentesche di piazza?

      la nonna s'è ripresa dallo stan tuffo?


      arrestate il guardalinee (cit)

      Elimina
    6. Opere di Bene, Dina, faccio Opere di Bene. E/o perette alla nonna. Ora mo la sto riprendendo col telefonino, sta come un trampolino, sui tuffi, la nonna.
      Ilaria m'è antipatica ma me la farei stare volentieri sul cazzo...

      ilMatt., chi non è mai caduto da un però?

      Elimina
    7. un pleonasmo di passaggio17 novembre 2012 12:12

      ma

      Elimina
    8. Va be' ricomincio a trolleggiare!

      ilMattolini, vado?

      Elimina




    9. Chi non è mai caduto da una peretta?

      Elimina
    10. Matt, fai come vuoi, tu sei (nonno) libero a casa mia.

      Elimina
    11. Scherzavo, Dina. Ho fatto una finta: ilMatt.

      Elimina
    12. La casalinga di Voghera17 novembre 2012 12:39

      In vacanza al sud ogni anno da quando sono sposata.
      Ho imparato a fare 'o pere e 'o musso.

      Elimina
    13. x la casalinga,puttana rotta nel culo da kilometri di cazzo, gran bocchinara bevitrice di sborra, perversa zoccola da gang bang.

      Un operaio di Voghera

      Elimina
    14. Juan Walter Zeñigas17 novembre 2012 13:04

      L’avventura del marxismo [88] è la vicenda di un ricongiungimento con la metafisica hegeliana, un ricongiungimento mostruoso con l’idea di fine. Non stupisce l’interesse per Hegel da parte dei marxisti sovietici: se non ci sono i fini, i mezzi con cosa si giustificano? E (di rimbalzo) da parte comunisti europei, folta schiera di marxisti più o meno immaginari[88]: le storture al materialismo vengono compensate dal buonumore della dialettica, e[88] il finalismo è sempre più rassicurante della sola causalità. Gli intellettuali francesi del Novecento si formano sulla lettura kojèviana di Hegel[88]: premessa a una lettura hegeliana di Marx, e quindi marxista. Senso della Storia, filosofia della Storia, fine [88] della Storia. Teleologia. Escatologia, addirittura: è la lettura löwithiana[88]. Una lettura che lucidamente coglie i presupposti metafisici della filosofia marxista: ma non una lettura di Marx. Versione materialista della dialettica dello Spirito. La filosofia hegelo-marxiana.[88]

      Può darsi che il pensiero di Marx sia stato schiacciato su altri: da una parte su Hegel, da una parte su Engels, con le sue grandi ali piumate – poi Marx è ebreo, e lo si schiaccerà pure sul messianismo ebraico (è il marxismo utopista di Ernst Bloch[88]). Ed ecco, metafisica al punto giusto, e convincente come un’equazione. Ma già il fatto che la definizione ‘materialismo dialettico’ l’abbia coniata Engels nel 1892[88] qualcosa suggerisce. Può darsi che Marx non cercasse un nome perché fosse convinto di non dovere nominare nessuna filosofia: era certo d’avere debellato la filosofia[88] della Storia.

      (2. continua)

      Elimina
  38. Altro che rivolte in piazza, rivoluzioni, proteste, voto, la soluzione qua è una sola: annunciare con anticipo lo sgancio di una ventina di bombe atomiche sull’Italia, chi vuole abbandonare il paese e trasferirsi all’estero può farlo. 60 milioni in diaspora per il mondo, magari ne morirà la metà e scompariremo come sono scomparsi i cartaginesi o gli ostrogoti. Si parlerà degli italiani al passato con il loro lascito artistico sepolto tra le rovine del disastro atomico e delle loro discendenze che hanno popolato varie parti del mondo. Chiudiamo per fallimento e via andare.

    un moderato

    RispondiElimina
  39. @un moderato

    Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio.

    RispondiElimina
  40. Volevo solo dire che non ce la faccio a stare dietro a tutti. Mandare un saluto anichevole a tutti gli ano nimi, a l'ano estetista Lalla, alla ani malista Biancaneve, e soprattutto un saluto in anicizia a Noalo Pori e a E. Grevi.

    Ps: me lo domandano tutti: non sono parente di quello frocio che fa gli oroscopi nel lont ano visore.

    RispondiElimina
  41. Er genio M. Ontale17 novembre 2012 13:53

    Trolleggiare pallido e assorto
    sto seduto in mezzo all'orto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e nun te posso da' da torto ma
      te che ne sai che sei un mezo aborto?

      paolettodicanio

      Elimina
  42. sarò sempre grato alla città di napoli perché qui ho conosciuto il mio fidanzato talliq aziz e stasera lo presenterò ai miei genitori per cena, mi hanno detto che non vedono l'ora di conoscerlo da vicino

    spero di non essere ot ma volevo solo comunicarvi la mia gioia in questo articolo dove si parla di amore vero

    ornello, giovane pad ano

    RispondiElimina
  43. scusate se approfitto ma volevo mandare un saluto a mamma annibala e a papà letterio e dirgli che siamo in viaggio e che stiamo arrivando

    ornello, giovane pad ano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nostri vecchi non vanno abbandonati o affidati ad allogene, ma difesi e valorizzati. Grazie a loro noi ITALI ANI siamo qui oggi, custodiscono le nostre radici e la nostra memoria, dimenticarli è dunque tradimento e crimine. Siano essi coscienza popolare e guida spirituale per tutti noi e siamo noi sostegno della loro vecchiaia, contro ogni sopruso mercantilistico che li vuole relegare in fondo alle preoccupazioni delle politiche sociali.

      Tornello Lo Scavalco, ITALI ANO

      Elimina
    2. SI TIENE DURO E SI DURA!
      W LA GNOCCA!

      Italo

      Elimina
    3. Galilea. Chiedo info a due arabi. Dicono di non parlare né inglese e né ebraico. Appena dico di essere itali ano informazioni in inglese e ebraico!

      padre o. maritozzi

      Elimina
  44. Credevo l'articolo parlasse di anore a distanza (di sicurezza).

    RispondiElimina
  45. ALTRI 700 CARABINIERI PER SNIDARE L' ANO NIMA SEQUESTRI

    ROMA, 9 settembre 1988 - Il battaglione carabinieri Friuli Venezia Giulia sarà trasferito da Gorizia a Vibo Valentia. Lo ha annunciato il ministero della Difesa precisando che la decisione è stata presa da Valerio Zanone per rafforzare in Calabria la presenza permanente dell' esercito in compiti di ordine pubblico. Il provvedimento, determinato sulla base di uno studio condotto dal comano generale dell' arma dei carabinieri, diverrà esecutivo è detto in un comunicato non appena sarano state realizzate le infrastrutture addestrative e logistiche. Il 13ø battaglione Friuli Venezia Giulia ha una forza effettiva di 700 militari, compresi ufficiali e sottufficiali. Composto per circa il 50 per cento da giovani di leva, il Friuli Venezia Giulia è già stato impiegato quest' ano in battute nell' Aspromonte. Ad analoghe operazioni aveva partecipato, precedentemente, anche in Sardegna, nel Supramonte. Intano sono decisamente negativi a Gorizia i primi commenti alla notizia che il battaglione sarà trasferito a Vibo Valentia. Secondo il sindaco della città, Antonio Scar ano, questo trasferimento rappresenta una mancanza di sensibilità nei confronti di una zona di frontiera in cui la presenza militare costituisce, oltre a un fatto morale, anche un apporto economico non indifferente. Mi adopererò quindi ha continuato il sindaco per trattenere il prestigioso battaglione che proprio quest' ano compie il quarantesimo aniversario

    RispondiElimina
  46. Cmq, todo si può dire, tranne che questo sia un colonnino ano dino :):ilMatt.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può dire ma si può pensare. E pensare, al pari di dire, è peccato.


      padre g sozzi

      Elimina
    2. Dire l'impossibilità di dire.

      Elimina
  47. il mondo è vario perché è vario17 novembre 2012 17:14

    vabbè alora è peccato che me piace la figa?mannate a pijà in der culen

    RispondiElimina
  48. a tutti i fans di un posto al sole
    http://it.tv.yahoo.com/blog/zapping/un-posto-al-sole-cast-riconfermato-150517805.html


    un fauno

    RispondiElimina
  49. Ho scoperto Dinamo Seligneri su un'enciclopedia,mentre cercavo un'altra voce.la scoperta c'è stata anni fa,ma da allora in avanti(ed io sn studentessa di lettere)non ho mai sentito nessuno parlarne,nemmeno per sbaglio...nulla.l'epurazione dunque.epurazione inammissibile di un autore che insieme a pochi altri e certamente forse con gli esiti più riusciti e potenti ha saputo rivoluzionare la lingua,la sua comunicabilità,la sua esperienza.la sua prosa trasuda tutta la vita ,non c'è punto che il suo genio non vada a pescare,toccare,penetrare.Se con il Petorov, Seligneri era diventato il grande outsider e fenomeno della letteratura itali ana(e mondiale)certo con le opere della 2vecchiaia",mbè Celine diventa a mio avviso l'autore più spiazzante ed esplosivo che possa essere letto e che possa essere stato partorito. Marta e Carlo è un non-racconto che prende l'andamento di untreno galaxy express che solca la galassia,mai calmo,mai domo,a volte in balia dei meteo riti,terrorizzato ma incazzato,esagerato ed incatenato dalle tempeste,dalla storia,dalla vita...dall'odissea che sta vivendo.lo stile di questa opera è decisamente disarmante,la sua carica è talmente impressionante che esplode di continuo,ed è la vera ragione della sua eccezionale vitalità. è il nulla che prende forma nella materia di quest'opera a darle peso,quest'opera dove per l'appunto si avanza o si indietreggia a tentoni e ciò che conta è in fin dei conti arrivare ad una Storia D'Amorea a distanza, avere una fissazione e salvare la pelle di cupido,per quanto in fin dei conti valga... poiché,come recita l'ultima frase,d'altronde ''Non è una storia bellissima?''.

    ♥♥♥♥♥ 5 cuoricini su 5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e.c. ovviamente è Seligneri non Celine...un lapsus che sarà dovuto al fatto che per me Celine è ilSeligneri francese...

      Elimina
    2. Una mia amica da Gaza scrive che da tre giorni missili partono e missili arrivano. I primi fanno paura perché poi arrivano i secondi! Nostalgia dei treni in ritardo.

      padre o. maritozzi

      Elimina
  50. sono antipatico perché vinco? non è un mio problema!



    un amico del Barone liedholm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo amico gliele hai suonate!

      Elimina
    2. misder Andonio Gonde17 novembre 2012 19:25

      In brimo luogo, non ho mai broferido il dermine moralità, della quale, dra l’aldro, sono moldo dodado, nonosdande la sgualifica ber omessa denungia sulla guale ho già esbresso le mie obinioni in bassado

      Sono drobbo forde, brondissimo ber Zeligg

      misder Andonio Gonde

      Elimina
    3. Gaddo Di Andonio Gonde17 novembre 2012 19:28

      biao

      Elimina
    4. Gaddo Di Andonio Gonde17 novembre 2012 19:36

      @misder

      si dige moralidà, mo-ra-li-dà

      biao

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari del mese

L'Ulisse di Joyce e la nuova traduzione di Newton Compton

L'arte di trollare