Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Diario nullo - tomo sfuso maggio

Immagine
Come sanno bene i miei affezionati lettori, tengo nota delle mie sventure su di un maneggevole diario nullo. Questo.
M’è venuto di nomarlo così perché sulle sue pagine, in maniera del tutto (o del nulla) involontariamente, si apprende quel po’ che mi succede e quel tanto che non mi succede, o meglio che non vuole proprio saperne di succedermi, che tu spingi spingi ma niente. Non succede. O che tu fai finta di nulla, guardi da un’altra parte, come a voler dire dai su forza, io non ti guardo… succedi! Ma niente. Non succede lo stesso.
Io non sono razzista e pertanto non me la sento di scrivere solo quello che succede. Dobbiamo allargare il campo dei diritti narrativi, per come la vedo io. Più allarghiamo meglio è ed anche il nulla ha diritto come tutti di non esserci. Senza discriminazioni. In questi fogliacci non si daranno perciò risposte né tantomeno si porranno domande (solo qualcuna, a dire la verità, ma sporadicamente, qua e là, senza pretese, senza impegno: ci mancherebbe altro che q…